Main menu

Search
Login
Signup
Sponsored Links
<< Previous thread | Next thread >>   
Considerazioni in un pomeriggio di mezza estate..

Author Post
Costa28
Mon 15 Jul 2013 - 15:51
online
Registered Member #56
Joined: Sun 21 Jan 2007 - 10:18
Posts: 64

Salve a tutti!!

Volevo condividere con questa comunità alcune considerazioni circa un mio pensiero che mi attanaglia in questi giorni.

Scenario:
Ore 05:00 devo andare all'aeroporto per fruire di 20 giorni di ferie.
Spengo il PC, vado all'aeroporto, decollo, atterro, arrivo alla meta, accendo il PC.
Metto la chiavetta con tutti i miei dati e tutti i miei software e:
L'unità J: non è formattata
Azz...
Sono anni che utilizzo praticamente solamente software portatile e mi ritrovo a 2000Km da casa senza poter fare nulla, senza password, senza dati, senza applicazioni.
Poco male... quando tornerò a casa avrò il mio bel backup fatto prima di partire e tutto tornerà come prima ma... sarò per 20 giorni fuori dalla rete.

Così ho iniziato a pensare....
La prossima volta, prima di partire, mi noleggierò un server ove uppare il mio backup da 50gB per ogni emergenza... non mi sembra una soluzione né intelligente... né economica...

Potrei caricare sul cloud tutti i miei dati e le applicazioni in modo che in caso di default avrei il restore a portata di mano... anche questa soluzione è poco pratica ed esaurirebbe in men che non si dica lo storage (gratuito) reperibile in rete.

Poi l'illuminazione... cloudare solamente i miei dati e le mie personalizzazioni sul cloud in modo che avuto il fault hardware ed acquistata un nuovo supporto:
1) automaticamente avrei recuperato i miei dati e le mie configurazioni dei software
2) scaricherei i software da questo sito
In definitiva... sarei quasi immediatamente operativo.

Come realizzare tutto questo:
E' un po' come l'uovo di Colombo.
Prima di proseguire oltre mi corre l'obbligo di premettere che io sono solito da anni portabilizzare diverse utilties «non pubblicabili». Approfitto del divieto per semplificarmi un po' la vita nello sviluppo.
Quindi quanto stò per scrivere potrebbe essere di difficile applicazione nella real life degli X-Software.
Nel portatile mi sono rimaste due utilities che, pur essendo state portabilizzate. le uso sul PC a causa del loro lungo tempo di elaborazione.
1) Conservare le preferenze del programma
La cosa mi è parsa molto facile... anzi troppo...
Ho creata una cartella sulla root della chiavetta:
Google Drive\Winpenpack\Nome programma

Così facendo, tutto il suo contenuto sarà backuppato automaticamente.
Il clouder può essere cambiato a piacimento ma mi risulta essere ad oggi quello più generoso in fatto di storage gratuito.
Ho copiato il contenuto della cartella User del programma nella cartella prima creata e poi nell'.ini

%CloudDir%= \Google Drive\Winpenpack\$AppName$

utilizzandola poi per una migliore comprensione del codice in:
Home= %CloudDir%


Entrambe le mie semplici applicazioni hanno funzionato senza battere ciglio e non hanno invocato i sindacati a causa della diversa posizione della cartella User sulla chiavetta.

Così facendo avrò sempre l'applicazione con la "mia" configurazione anche in caso di disastri come quello appena descritto.
E' un primo passo ma... non costa nulla a nessuno!

2) Conservare i dati del programma
Questo è effettivamente un po' più complesso e non è detto che sia possibile farlo per tutte le applicazioni.

Prendo un esempio senza sapere quello che scrivo, visto che non so come sia stato portabilizzato: Firefox
Non deve essere stata una passeggiata portabilizzare quel software.
Poniamo che il trucchetto di spostare la cartella User funzioni.
Io avrei un nuovo Firefox funzionante ma senza i miei dati del profilo che sarebbero andati irrimediabilmente persi (ricordate... la chiavetta è nuova).
Quindi nessuna estensione, nessun tema ecc. ecc.
Occorrerebbe spostare anche il profilo sulla cartella "condivisa" e qui probabilmente incominciano i guai perché il profilo, per configurazioni massicce, è abbastanza corposo.
Quindi o il programma variabilizza l'indirizzo del profilo e quindi lo gestisce sulla cartella condivisa, oppure forse non conviene doverla ogni volta copiare dalla cartella condivisa a quella prevista dal programma.
Penso che comunque Firefox gestisca la cosa e sia quindi fattibile.
Come?
Beh aggiungendo all'installer una domanda all'utente: "Dove vuoi salvare i tuoi dati e la configurazione?" magari proponendo la cartella user "canonica" ma consentendogli di navigare per impostare quella cloud.

Questo è il mio pensiero estivo.
Non ho certo la pretesa che venga istituzionalizzato dalla direzione.
Ma penso che l'idea non sia peregrina.
E distinguerebbe il nostro software da quelle di board "concorrenti" che ad oggi non ci hanno ancora pensato dandoci una marcia in più a costo praticamente nullo: si tratta in definitiva di puntare i dati in luoghi differenti... nulla più.

Ditemi ciò che pensate!!
E se non siete d'accordo... mandatemi a fare un bagno!!

Buona giornata a tutti!!
Back to top

Moderators: Danix, Taf, Rcs, Energy, zandet2, ZioZione, Admin, LordJim60

Jump:     Back to top

Syndicate this thread: rss 0.92 Syndicate this thread: rss 2.0 Syndicate this thread: RDF
Powered by e107 Forum System